La mia filosofia

 

Cosa succede quando venite nel mio studio?

Lasciate l’ansia a casa, o voi ch’entrate. Inizio col dire cosa NON succede nel mio studio.

1. Per me nessun alimento è veleno, nessuno ingrassa di per sé e non mi piacciono le liste di alimenti da vietare per cui NON andrete a casa con una lista di cosa potete e non potete mangiare. Io mangio anche i bastoncini di pesce, consumo roba fritta, uso il burro per cucinare e amo le salse per la carne, perché senza “non mi scende”. Eppure so come gestire la mia dieta, e sono qui per insegnarlo anche a voi! Riuscirete a dimagrire mangiando sano e sgarrando ogni tanto.

2. Amo cucinare, sono una mamma con 2 bimbi piccoli e so quanto sia difficile unire tutti questi aspetti in un piano settimanale. Per cui non impongo i miei gusti personali ma costruisco un piano dietetico settimanale anche famigliare se serve.

3. Non amo le verdure al vapore, la roba bollita e scondita, i sapori omogenei e la cucina con poca fantasia, per cui non vi dirò di mangiare insalate scondite (già l’insalata non sa di niente, come posso dirvi di non condirla?) o di consumare verdure al vapore. Vi darò consigli e ricette per farvi amare tutti gli alimenti, soprattutto le verdure perché una dieta senza verdura non ha senso di esistere (e in questo sono una dietista vera!!!!).

Andate a guardare le numerose ricette alla pagina  Facebook  https://m.facebook.com/natashadietista/per vedere le mie ricette e i numerosi video divulgativi, con tante curiosità sui prodotti del commercio e su come scegliere gli alimenti giusti.

Questi sono alcuni dei piatti cucinati dai miei pazienti, per cui dimenticate digiuni massacranti e latti d’unicorno magici, da me non esistono diete così!

 

Nel primo incontro di circa 45′ indago sulle vostre abitudini alimentari e su quelle della vostra famiglia. Cosa mangiate, quando, in che modo, quali sono i vostri piatti preferiti, quali vorreste mangiare (ma non lo fate perché ritenete, a torto o a ragione, che facciano male). Poi parliamo del peso: della sua storia, dei motivi che l’hanno fatto aumentare o diminuire e si cercano di stabilire insieme degli obiettivi realistici. È poi importante conoscere anche le porzioni cui siete abituati.

A volte mi aiuto con delle immagini: piatti di varie dimensioni e riempiti in diverse maniere, cibo giocattolo per comporre il piatto equilibrato. Vi insegno, con l’aiuto di boccettine di olio e zollette di zucchero, a scoprire come sono composti i prodotti del supermercato, leggendo fra le righe delle etichette, per sviluppare l’essenziale dote che io chiamo l’autocoscienza (alimentare). Questo giochino piace a grandi e piccini ed è sempre divertente comporre i piatti equilibrati usando alimenti giocattolo!

Poi preparo insieme a voi la vostra dieta personalizzata: tengo conto del lavoro, della famiglia, di chi cucina, di chi mangia al ristorante, in mensa, ecc… Insieme alla dieta personalizzata settimanale (le diete personalizzate vengono cambiate SOLO in consultazione, non vengono inviate via mail per nessun motivo) fornisco altro materiale e informazioni:

  • dieta generale con i quantitativi da rispettare, per cambiare da soli la dieta settimanale redatta insieme;
  • consigli per gli acquisti
  • consigli per la cucina
  • consigli per ridurre le calorie, i grassi o altri nutrienti se richiesto dal medico a seconda della patologia
  • consigli su integratori se del caso

l problema non è dimagrire. In realtà tutte le diete fanno dimagrire. Il problema è mantenere il peso perso e se non si ‘impara a mangiare’ non si riuscirà mai a raggiungere un obiettivo duraturo. Per questa volta fate qualcosa di diverso: evolvete le vostre abitudini alimentari e riducete la sedentarietà. Ecco la vera ricetta. E la dietista può darvi una mano a metterla in pratica.