La dietista

Buongiorno, sono una dietista per amica. No, no, fermi, non cambiate pagina, cercherò di spiegarvi in cosa consista il mio lavoro, prima che in voi si scateni un’improvvisa voglia di cioccolato!!

Partiamo dal dilemma delle diete per dimagrire. Seguire una dieta per dimagrire o non seguirla? In realtà, la parola “dieta” deriva dal greco e il suo significato è “stile di vita”. Spesso questa parola però evoca drammatici digiuni, nottate insonni con lo stomaco brontolante oppure sacrifici immani con pochi o nulli risultati.

La vostra dietista è una professionista nel campo dell’alimentazione, e si inserisce con competenza nella giungla delle diete e dei digiuni modificati. Il suo ruolo è molto chiaro e ben definito: aiuta chi lo desidera a evolvere le sue abitudini e preferenze alimentari, in modo che si avvicino a quelle compatibili con un ottimale stato di salute. Non si parla di rinunce, di giramenti di testa a causa dei digiuni oppure a restrizioni esagerate. La Dietista aiuta la persona sì a dimagrire , ma a farlo stabilendo obiettivi compatibili con il suo stile di vita, cercando di non stravolgerlo completamente. Si parla di obiettivi assolutamente personalizzati e adatti ad ogni situazione, per cui decisamente realizzabili e attuati mediante un counselling personalizzato e consigli e schemi dietetici fatti ad hoc per il cliente.

Quindi, per rispondere alla domanda “conviene seguire una dieta per dimagrire?” rispondo sì, ma con la riserva di adattare la propria visione ad un obiettivo di peso realistico, che possa essere mantenuto nel tempo.

Prima di iniziare, analizzo accuratamente le tue abitudini alimentari

Chi viene dalla dietista? Frequentemente, ho a che fare con coloro che mangiano troppo (clinicamente si parla di obesità), con persone che mangiano troppo poco (disturbi alimentari o patologie oncologiche) e con chi mangia e poi si pente (praticamente tutti gli altri).

Ma non solo. Nel mio studio visito persone interessate a mangiare sano, viene chi decide di diventare vegetariano o vegano, bambini in soprappeso, donne in gravidanza fisiologica o con diabete gestazionale, diabetici, persone con colesterolemia elevata, oppure atleti che vogliono migliorare le loro performances sportive.

Vi insegno a leggere le etichette nutrizionali

 

Si può venire anche una sola volta, chiedere i consigli che fanno al caso e poi arrangiarsi da soli. Oppure, si può essere seguiti con regolarità, a seconda del bisogno (solitamente, una volta al mese è sufficiente per vedere dei buoni risultati, nel caso della perdita di peso, per gli altri la frequenza verrà stabilita insieme alla dietista).

Chi paga le consultazioni?

 

1) Cassa Malati di Base (copertura 90% della prestazione LaMAl, solo per le seguenti patologie e su presentazione alla prima consultazione con la dietista del seguente certificato medico datato, compilato e firmato) prescrizione:

  •  Turbe metaboliche: Diabete (tipo 1 e 2), ipercolesterolemia, iperlipidemia, iperuricemia e in generale disordini metabolici (ovaio policistico, diabete in gravidanza);
  • Obesità: per chi presenta un BMI di oltre 30 kg/m2 (calcolo del BMI) e chi presenta malattie concomitanti;
  • Malattie cardiovascolari (post-infarto o –ictus, prevenzione) oppure ipertensione arteriosa;
  • Malattie del sistema gastrointestinale (diverticolosi/ite, celiachia, reflusso gastroesofageo, malassorbimento dopo interventi chirurgici, colon irritabile,…);
  • Malattie renali (dialisi, insufficienza renale, diete speciali povere di sodio, potassio,…);
  • Malnutrizione (alimentazione dopo intervento chirurgico, in caso di cura dei tumori, anoressia nervosa);
  • Allergie e intolleranze alimentari (intolleranza al lattosio, celiachia, intolleranza al glutine, allergie accertate di determinati alimenti).

 

2) Cassa Malati complementare o a carico del cliente (copertura variabile 60/80% o non rimborsabile): da pagare in contanti o con carta di credito direttamente in studio

  • Educazione alimentare generale per mangiare sano, cucinare in modo dietetico, fare la spesa in modo mirato, imparare i trucchi per preparare in poco tempo un pasto equilibrato;
  • Educazione alimentare per bambini e adolescenti senza patologie concomitanti;
  • Educazione alimentare per vegetariani, vegani, o per qualsiasi consulenza relativa agli equilibri alimentari;
  • Alimentazione per gli sportivi;

 

Costi per pazienti privati:

1.a consultazione della durata di 60′ comprensiva di anamnesi alimentari, misurazioni, Piano alimentare mirato e personalizzato considerando abitudini alimentari, attività lavorative, attività sportiva e altro ancora. 130 .-

Sedute successive: durata 30′, costo 85 .-, evoluzione delle abitudini alimentari, consigli per mangiare fuori casa, ricette, lettura delle etichette nutrizionali, analisi dei diari alimentari.

 

Per chi non avesse tempo, esiste l’opzione di una dieta online e su skype. Vedi (link)

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva