Il moonwalking del gambero

Piatto unico, kcal 369 , carboidrati 42 grammi, grassi 11 g, proteine 26 g, 107 mg di colesterolo

Il consiglio della dietista

Il piatto è perfetto, elegante, gustoso e leggero, adatto per chi vuole dimagrire ma non perdere il sapore e la gioia di qualcosa di buono.

Potete abbinare al piatto un’entrée a base di insalata mista, magari con qualche gheriglio di noce e pezzetti di mela, condita con un cucchiaio di olio d’oliva o una salsa leggera fatta da voi, e un dessert fresco a base di macedonia di frutta mista (una ciotolina da 200 grammi) addolcita con semplice succo d’arancia invece che zucchero.

Con questi abbinamenti raggiungerete le 500 kcal per pasto, adatte per la vostra dieta, e il vostro corpo farà il pieno di gusto, Sali minerali e vitamine!

 La ricetta di Giada

Visto il nome del mio blog non potevo che esordire con una ricetta preparata con le zucchine. Bene, benissimo. Se non che, per cucinare le zucchine, ci sono mille e mille modi. Panico. “E ora cosa faccio?”, mi sono chiesta. Pensaci e ripensaci, ecco che le mie papille gustative si sono ricordate di come il sapore della zucchina si sposi alla perfezione con quello del gambero: una coppia che nella cucina italiana va quasi sempre a braccetto. Ok, primo step superato. Ma a cosa unirle? Ovviamente… alla pasta! Ebbene sì, avete sentito bene: anche quando si è a dieta si può mangiare la pasta, meglio quella integrale, cercando però, sempre e comunque, di rispettarne le dosi. A questo fantastico trio ho pensato di aggiungere sul finale un tocco di colore, facendo affidamento su quella spezia tanto preziosa, dal sapore deciso, meglio conosciuta come zafferano.

Come ho già accennato nella mia presentazione sono diventata un’appassionata, anzi no, una vera e propria collezionista di attrezzi da cucina! Il mio preferito rimane senza dubbio lo Spiralizer (Spiral Vegetable Cutter), di cui ho scoperto l’esistenza per caso. Un bel giorno, in libreria, i miei occhi (perché, ricordiamocelo sempre, si gusta prima con gli occhi e poi con il palato) sono stati attratti dalla copertina di un libro di ricette vegetariane che proponeva proprio un piatto con spaghetti di zucchine. Una volta a casa mi sono subito messa a cercare in rete in che modo fosse possibile realizzare questo tipo di spaghetti, trovando la risposta in Amazon. Senza pensarci su più di quel tanto è partito l’ordine (il prezzo varia dai 20 ai 35 franchi): https://www.amazon.it/Spiralizer-ProCuisine-Affettatrice-Fettuccine-Spiralizzatore/dp/B01E05LUM2/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1497965232&sr=8-2&keywords=spiralizer

Dello Spiralizer ne esistono vari formati. Esiste un modello molto simile ad un temperino, che personalmente non ho mai provato, ma che da opinioni di conoscenti non ho ancora capito se svolge a pieno il proprio lavoro.

 

 

 

TEMPO DI PREPARAZIONE: 30/40 min circa

LIVELLO DI DIFFICOLTÀ: basso 

Ingredienti per una persona

  • 1 zucchina di media grandezza
  • 50 gr di spaghetti integrali
  • 100 gr di code di gambero non sgusciate
  • Un pizzico di sale o un po’ di dado vegetale in polvere
  • Aromi per pesce
  • Origano
  • Aglio in polvere
  • Una punta di zafferano
  • 1Cc di olio extra vergine d’oliva
  • 1 Cc di vino bianco fermo (per chi vuole)

Attrezzi utili e indispensabili:

  • Spiralizer per verdure (o temperino, o tagliatele come vi piace)

Per l’impiattamento:

  • L’estremità bombata avanzata dalla pulizia della zucchina
  • Tanta fantasia

 

Ricetta

  • Lavate e mondate la zucchina, tagliando le estremità il più possibile dritte e conservandone l’estremità bombata che vi servirà poi per decorare il nostro piatto. Utilizzate lo Spiralizer come illustrato nel video.
  • Per i gamberi, lavate bene le code e praticate un taglio lungo tutta la schiena in modo tale da farle insaporire anche internamente. Posizionatele in una pentola e conditele con un po’ di aglio in polvere, aromi per pesce e pochissimo sale.
  • Accendete il fornello; Come vi accorgete che l’acqua che le code hanno perso si sta asciugando, aggiungete mezzo bicchiere d’acqua (ripetete l’operazione se necessario) e sfumate con il cucchiaio di vino bianco. Quando il vino è ben evaporato spegnete il fornello.
  • Torniamo alle zucchine. Mettetele in padella con un po’ di sale o dado e origano, aggiungendo acqua per non farle seccare, quanto basta.
  • A cottura ultimata, aggiungete il cucchiaio di olio extra vergine d’oliva e continuate a cuocere, aggiungete poi le code di gambero. Spegnete il fornello dopo poco.
  • Cuocete gli spaghetti, meglio se integrali, e conservate un po’ d’acqua di cottura.
  • Versate la pasta nella padella con le zucchine e i gamberi, aggiungete quel poco di acqua di cottura rimasta e cospargete il tutto con una punta di zafferano.
  • Riposizionate la padella sul fuoco e mescolate finché lo zafferano non ha colorato tutto il nostro piatto
  • E il Moonwolking del gambero è pronto

 

PER L’IMPIATTAMENTO

  • Se ricordate bene vi ho consigliato di non buttare una delle estremità della zucchina. Infatti se tagliate con un coltello dei piccoli triangolini a distanza regolare lungo la sua circonferenza, può diventare un simpatico fiore ed essere quel tocco in più per il nostro piatto.
  • Per servire il nostro Moonwalking del gambero vi propongo di adagiarlo sul lato destro del piatto aiutandovi con una forchetta e un cucchiaio(cerchiamo di prendere solo la pasta e le zucchine tralasciando le code di gambero)
  • Adagiate le nostre code di gambero a mo’ di raggiera sulla pasta.
  • Le code che avanzano posizionarle sul lato opposto del piatto.
  • Completate il tutto con il fiore di zucchina.
  • E voilà, ecco la vostra opera d’arte!

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *